Anche quest’anno in occasione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani si è tenuta presso il Duomo di Mantova la Veglia di preghiera ecumenica.

Sono intervenuti il vescovo Marco Brusca per la chiesa cattolica, la pastora Ilenya Goss per la chiesa valdese e padre Sorin Croitoru per la chiesa ortodossa rumena.

Nella cattedrale una presenza inattesa: una barca arenata davanti all’altare. Una barca che immaginiamo abbia attraversato una tempesta trasportando un’umanità in cerca di salvezza, che forse ha perduto la speranza. E subito il pensiero corre ai disperati che oggi attraversano il Mediterraneo in condizioni disumane e al termine di questo pericoloso viaggio trovano un mondo ostile incapace di accoglierli con compassione.

Ma i naufraghi siamo anche noi, che non riusciamo a scorgere la salvezza in mezzo a tutte le nostre incertezze, i nostri piccoli, grandi problemi quotidiani. La salvezza, però arriva ed è per tutti, come ci suggerisce il racconto negli Atti degli Apostoli ai capitoli 27 e 28. A partire dalla lettura di questi brani i rappresentanti delle chiese intervenute hanno proposto una riflessione biblica e come sempre le diverse prospettive insieme si completano, moltiplicando come una cassa di risonanza il messaggio di speranza.

Di seguito il link del servizio di Telemantova e alcune immagini dell’incontro.

https://www.telemantova.it/videos/4812_tra_cielo_e_terra/186614/

 

 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.